POTENZIALI SPONTANEI

Studiano la variazione del potenziale elettrico nel terreno.
Tali tipi di anomalia sono collegati con il moto dei fluidi nel sottosuolo, e quindi questo risulta essere l’unico metodo geofisico capace di descrivere l’andamento degli stessi nel sottosuolo.
Risulta particolarmente indicato per una mappatura del flusso superficiale o epidemico in correlazione con fattori che ne amplificano l’attività elettrica (presenza di sostanze inquinanti, acque termali).

Fig.1-mappatura del potenziale spontaneo ottenuta dalla sovrapposizione di più profili