TOMOGRAFIA ELETTRICA

La tomografia elettrica risulta come un evoluzione dei più classici profili di resistività, resa possibile dalla sempre più ampia presenza dell’elettronica in fase di acquisizione dei dati geofisici.
In pratica si dispone un elevato numero di elettrodi lungo la linea che si vuol indagare, quindi si procede ad immettere corrente e a registrare le tensioni secondo schemi stabiliti.

Fig.1-mappa ottenuta dalla sovrapposizione di 2 tomografie elettriche( lunghe 620 metri)